Bottacin “4,2 mln per interventi sicurezza idraulica a Bovolenta”

VENEZIA (ITALPRESS) – Sono stati avviati alcuni lavori di completamento per la messa in sicurezza idraulica del centro storico dell’abitato di Bovolenta, seguiti dalle strutture regionali del Genio Civile. “Si tratta di un ulteriore cantiere, in questo caso del valore di 640mila euro – spiega l’assessore al Dissesto idrogeologico Gianpaolo Bottacin – che va a chiudere una serie di interventi effettuati negli ultimi anni, per cui abbiamo investito complessivamente 4,2 milioni di euro per la sicurezza di quest’area”.
Con i precedenti lavori si era impermeabilizzato l’argine destro del canale deviatore del fiume Bacchiglione, che in questo tratto prende il nome di canale Roncajette inferiore, dalla chiusa di interdizione a nord dell’abitato di Bovolenta fino al congiungimento del “Murazzo” di via Mazzini per un’estensione complessiva di 1.230 metri. Il “Murazzo”, che ha una lunghezza di 400 metri, protegge l’abitato di Bovolenta dalle acque di piena dei canali Cagnola e Roncajette ed è costituito da un corpo di fabbrica fuori terra in muratura in mattoni pieni dello spessore di 1 metro e un’altezza dal piano strada di circa 2,50 metri, mentre lato fiume vi è addossato un rilevato in terra di riporto senza una figura geometrica distinguibile.
“Per dare continuità alle opere di diaframmatura e difesa di sponda fin qui realizzate – prosegue l’assessore – si è reso necessario provvedere alla realizzazione di una ulteriore difesa spondale a protezione del Murazzo, che attualmente mancava, e dare altresì una sagoma al rilevato fronte alveo tale da permettergli in futuro una semplice manutenzione ordinaria, tenendo conto anche della necessità di rendere le aree fruibili a livello ricreativo da parte della popolazione”. Quest’ultimo step di lavori, condizioni meteo e imprevisti permettendo, dovrebbe completarsi entro fine primavera.
“Ancora una volta – conclude Bottacin – trasformiamo una programmazione puntuale in interventi concreti che aumentano sensibilmente la sicurezza dei territori”.

foto: ufficio stampa regione Veneto

(ITALPRESS).

Categorie