il-dj-e-le-tre-amiche,-prima-svolta-nel-caso-leonardo-la-russa

Il dj e le tre amiche, prima svolta nel caso Leonardo La Russa

AGI – L’inchiesta che vede indagato per violenza sessuale Leonardo Apache La Russa, figlio del presidente del Senato Ignazio, è a un primo snodo importante. I pubblici ministeri chiederanno alla ragazza che lo ha denunciato cos’è successo tra il 17 e il 18 maggio alla discoteca Apophis e la mattina dopo quando, al risveglio, la 22enne ha scritto di essersi trovata “nuda” a casa La Russa e di avere appreso dallo stesso Leonardo che lui e un amico, indicato nella denuncia come Dj Nico, avrebbero avuto dei rapporti sessuali con lei “incosciente”.

Il secondo giovane, che avrebbe dormito a casa La Russa,  è stato identificato nelle ultime ore ma al momento non è indagato. Qualora dovesse esserlo, l‘ipotesi di reato si riqualificherebbe in “stupro di gruppo”.

Saranno ascoltate a stretto giro anche le tre amiche coinvolte nella vicenda che potrebbero portare elementi interessanti per le indagini coordinate dalla procuratrice aggiunta Letizia Mannella e dalla pm Rosaria Stagnaro.  

Nella sua ricostruzione, la ragazza spiega: “Leonardo dichiarò che Nico si era fermato a dormire in un’altra stanza nel medesimo appartamento. Mi avevano spogliato (…). Scioccata, tremavo e scrivevo alle mie amiche mentre ero nel letto, richiedendo anche alla mia amica il perché fossi da sola a casa di Leonardo e dove lei si trovasse”. Dal referto medico stilato al centro antiviolenza della clinica Mangiagalli, risulta che la ragazza aveva assunto cannabinoidi, cocaina e tranquillanti, questi ultimi, a suo dire, per problemi d’ansia. 

Categorie