l’app-di-traduzione-che-aiutera-i-visitatori-a-non-perdersi-nella-metro-di-parigi

L’app di traduzione che aiuterà i visitatori a non perdersi nella metro di Parigi

AGI – La metropolitana di Parigi ha lanciato un’applicazione di traduzione istantanea in vista dei Giochi Olimpici del prossimo anno per aiutare i visitatori stranieri a navigare nel complesso sistema di trasporto urbano della capitale francese. Quella della città francese è una rete composta da più di 300 stazioni i cui nomi possono essere difficili da trovare o da pronunciare anche per i nativi. Un intricato labirinto che si trasforma facilmente un incubo per chiunque non abbia un francese fluente. 

Le Olimpiadi estive, che si terranno nella capitale francese tra il 26 luglio e l’11 agosto, porteranno nella capitale milioni di visitatori che non conoscono il francese e nemmeno l’inglese, la maggior parte dei quali utilizzerà i mezzi pubblici per fare la spola tra gli impianti sportivi. Per questo è arrivata Tradivia, un’applicazione di traduzione istantanea in grado di gestire 16 lingue, e che l’operatore della metropolitana (RATP) ha fornito a 6.000 dipendenti impiegate nelle varie fermate.

L’applicazione traduce in francese, attraverso domande espresse tramite vocali, anche in inglese, tedesco, mandarino, hindi e arabo, a beneficio degli impiegati, le cui risposte vengono poi tradotte nuovamente nella lingua del visitatore. “Avevamo un problema reale, perché non si può pretendere che i nostri agenti rispondano alle domande in tutte le lingue“, ha dichiarato Valerie Gaidot, responsabile della customer experience dell’azienda parigina.

L’applicazione è stata specificamente adattata all’esperienza della metropolitana di Parigi e conosce i nomi delle stazioni, gli itinerari e i vari tipi di biglietti e abbonamenti che possono lasciare i turisti disorientati e desiderosi di non perdere neanche un momento dell’evento più atteso della prossima estate.

Per le autorità francesi si tratta di consegnare agli utenti un prodotto molto migliore rispetto a qualunque altro servizio di traduzione generale offerto, ad esempio, da Google Translate, che a volte non riesce a cogliere alcuni dettagli o possibili idiosincrasie. 

Dopo essere stato sperimentato per la prima volta su tre linee urbane, l’operatore ha introdotto il servizio su tutta la rete nel corso dell’estate. Inoltre, quattro lingue – inglese, tedesco, italiano e spagnolo – sono attualmente disponibili per gli annunci speciali sulle piattaforme, mentre il mandarino e l’arabo saranno aggiunti prima delle Olimpiadi. Un bel passo in avanti in vista dei 15 milioni di visitatori che sono attesi a Parigi e nelle regioni circostanti per i Giochi Olimpici e Paralimpici estivi.

Categorie