nomina-del-generale-vannacci,-scoppia-la-polemica-politica

Nomina del generale Vannacci, scoppia la polemica politica

AGI – La Difesa esclude che sia una promozione ma, intanto, basta il nome di Roberto Vannacci, nuovo Capo di Stato maggiore delle forze operative terrestri, per far partire le polemiche politiche. “Complimenti e buon lavoro al generale, leale e coraggioso servitore dell’Italia e degli italiani”, è il messaggio di Matteo Salvini.

Di opposto tenore le parole di Gianni Alemanno, segretario nazionale di Indipendenza, la sua nuova creatura politica: “Abbiamo ancora nelle orecchie l’accusa di essere ‘farneticante’ lanciata dal ministro Crosetto al generale Vannacci dopo la pubblicazione del suo famoso libro. Adesso apprendiamo con soddisfazione che il ‘farneticante generale’ è stato nominato all’importante incarico di capo di stato maggiore del comando delle forze operative. A questo punto – ragiona l’ex sindaco di Roma – è lecito riproporre la domanda che facemmo all’epoca dei fatti: chi è farneticante Vannacci o Crosetto? A Vannacci vanno tutte le nostre più sincere congratulazioni, a Crosetto tutta la nostra preoccupazione che a un uomo così sia affidata la Difesa della nostra Nazione”.

Sandro Ruotolo, della segreteria Pd, responsabile Memoria, esprime disappunto: “Ma che Paese è diventato il nostro? Il leader leghista Matteo Salvini in camicia nera a Firenze dice a Taiani che bisogna allearsi con la Le Pen e a Roma il generale Vannacci, quello sessista, omofobo e razzista del libro scritto da lui diventa capo di Stato Maggiore delle forze operative terrestri”.

Il senatore Enrico Borghi, presidente del gruppo Italia Viva-Il Centro-Renew Europe del Senato, definisce questa vicenda “sconcertante, e per molti versi allarmante ed inquietante”. Su Twitter il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni, parlamentare dell’Alleanza Verdi Sinistra, scrive: “Salvini ospita a Firenze la feccia d’Europa, avanza la carriera di Vannacci. L’Italia merita di meglio Mentre Salvini ospita la feccia d’Europa in una città meravigliosa, piena di storia e di impegno civile come Firenze, Crosetto e il suo ministero non trovano di meglio da fare che far avanzare la carriera di Vannacci”.

Per Davide Faraone, capogruppo di Italia Viva alla Camera, “premiare un militare che ha mancato di rispetto, in primo luogo a tutti ai colleghi che onorano la divisa, è a dir poco scandaloso”. Il deputato di Più Europa Benedetto Della Vedova si rivolge al ministro Crosetto: “Ma se lei anzichè sanzionare, promuove un generale come Vannacci che scrive e dice cose che non stanno ne’ in cielo ne’ in terra in un Paese europeo e democratico propugnando valori eversivi rispetto a quelli della nostra Costituzione repubblicana che pure dovrebbe difendere, poi come farà lei a prendersela ancora con le parole di alcuni magistrati, anche qualora fossero gravi e sbagliate? Questa assurda decisione di promuovere Vannacci, toglie credibilità politica alla posizione sua e del Governo”. 

Categorie