“rinuncio-alla-candidatura”,-passo-indietro-di-lacerenza-in-basilicata

“Rinuncio alla candidatura”, passo indietro di Lacerenza in Basilicata

AGI – “Dopo un’attenta riflessione voglio comunicare la mia rinuncia alla candidatura a presidente della Regione Basilicata”. Lo ha annunciato Domenico Lacerenza, candidato del centrosinistra alle elezioni regionali del 21 e 22 aprile in Basilicata. “È una decisione presa con assoluta serenità e anche nell’interesse delle forze politiche che hanno voluto propormi”, ha spiegato l’oculista di 66 anni. “Avevo dato la mia disponibilità, ma non posso non registrare le reazioni che ci sono state in seguito. In ogni caso voglio che lo spirito che ha portato alla proposta che ho ricevuto, cioè la ricerca dell’unità dei moderati e progressisti e l’offerta di una coalizione capace di battere il centrodestra in Basilicata, sia preservato, e per questo faccio un passo indietro. Lo devo anche alla mia storia professionale e per rispetto alla comunità dei lucani – ha aggiunto – ringrazio quanti hanno espresso fiducia nei miei confronti, e in particolare Elly Schlein, Giuseppe Conte e Angelo Chiorazzo”.

 

Anche in Piemonte il campo largo è entrato in crisi, dopo la decisione maturata dal Pd di ufficializzare la candidatura di Gianna Pentenero alle prossime elezioni regionali. “Registriamo questo cambio di passo e di metodo – scrivono in una nota esponenti e deputati del M5S – una decisione che cozza con il dialogo che, seppur tra difficoltà e differenze, era stato intavolato in trasparenza e franchezza in questi mesi per definire gli aspetti programmatici di una proposta politica condivisa e unitaria. Alla luce di tutto questo – prosegue la nota – nei prossimi giorni il Movimento 5 Stelle illustrerà il proprio programma elettorale e avvierà il percorso per la scelta del proprio candidato presidente, convinto che il nodo per far voltare pagina al Piemonte sia quello di un’agenda programmatica all’altezza della volontà di cambiamento richiesta dai cittadini”. 

 

Il senatore Maurizio Gasparri, presidente di Forza Italia al Senato, ha sottolineato ai microfoni di Tg Rai che “al campo rotto della sinistra noi contrapponiamo una sana unità del centrodestra, che anche in Basilicata vuole essere in campo coeso, vuole vincere e governare bene questa regione. Siamo seri e concreti come Forza Italia si è impegnata a essere con gli elettori”.

 

 La coordinatrice nazionale di Italia Viva, Raffaella Paita, ha annunciato che “Il generale Vito Bardi è un candidato moderato e Italia Viva, per il bene della Basilicata, sosterrà la sua candidatura alla presidenza della regione. Ci presentiamo nella sua lista per valorizzare l’area civica, centrista e moderata”. 

Categorie