sardegna:-altri-10-giorni-solo-per-cagliari,-poi-le-schede-in corte-d’appello

Sardegna: altri 10 giorni solo per Cagliari, poi le schede in Corte d’appello

AGI – Ci vorranno altri 10 giorni di lavoro per l’ufficio circoscrizionale elettorale al tribunale di Cagliari per completare le verifiche sui verbali delle 580 sezioni del collegio. Solo allora i dati potranno essere trasmessi in Corte d’appello per la proclamazione degli eletti il 25 febbraio scorso in Sardegna. 

Sardegna: riconteggio dei voti “strada azzardata”

 “La strada per ottenere una sorta di ‘riconteggio dei voti’ è certamente molto ripida e appare assai azzardata”. Lo spiegano gli avvocati cagliaritani Giuseppe Andreozzi e Giulia Andreozzi (consigliera di centrosinistra nel consiglio comunale di Cagliari) a proposito dell’incertezza sui dati definitivi delle elezioni regionali del 25 febbraio in Sardegna, in un post su Fb in cui chiariscono i passaggi e le procedure che porteranno alla proclamazione degli eletti in Corte d’appello nelle prossime settimane.

“In Italia”, precisano i due legali, “non esiste un diritto generalizzato al riconteggio dei voti di un’elezione amministrativa. La giurisprudenza amministrativa è infatti assolutamente costante nel senso che chi ha interesse al ricorso, anche un semplice elettore, deve proporre ricorso al Tribunale amministrativo nel quale avrà l’onere di indicare la natura dei vizi denunziati, il numero delle schede che intende contestare e le sezioni cui si riferiscono le specifiche censure mosse”.

 

 

Categorie