serenata-blitz-davanti-a-palazzo-chigi-di-extinction-rebellion

Serenata-blitz davanti a Palazzo Chigi di Extinction Rebellion

AGI – “Caro governo ti scrivo, questa lettera d’amore, son la natura che canta la rabbia, la rabbia che ho nel cuore”. Sulle note di ‘L’anno che verrà” di Lucio Dalla, Extinction Rebellion cambia la formula delle sue azioni, almeno oggi, e dedica un’amara ‘serenata’ all’esecutivo per sostenere la battaglia a favore dell’ambiente.
Uno striscione colorato, come variopinte sono le tute indossate insieme a parrucche di plastica, le note di un flauto e di una chitarra e la voce di un gruppetto di attivisti: scatta cosi’ il ‘blitz canoro’ davanti a Palazzo Chigi.

 

Qualche minuto sul lato di piazza Colonna che costeggia via del Corso, prima di essere invitati dalle forze dell’ordine a spostarsi dietro le fioriere che delimitano l’area aperta al pubblico ma interdetta alle manifestazioni, non prima di avere distribuito ai passanti incuriositi dall’imprevisto dei volantini contenuti in bustine a forma di cuore, rosso, come si conviene a San Valentino. 

Categorie